Selezione

La terribile verità riguardo i “consigli per un colloquio di successo”!

Giorni fa gironzolavo su Pinterest e un’infografica, una di quelle immagini che con fumetti e poco testo riportano delle “info utili”, la panacea a tutti i mali, la bacchetta magica per i tuoi problemi, mi ha praticamente atterrita.

La simpatica immagine riportava 32 consigli per un colloquio perfetto!

E mi raccomando al prossimo colloquio ricordali tutti e 32!

Fino a che l’immagine si limitava a descrivere gli errori nel vestiario e nella presentazione di sé, in termini di impostazione della voce e scelta delle parole, tutto bene. La cosa che mi ha lasciato senza parole è stato l’elenco degli errori del linguaggio non verbale da non commettere.

Sinceramente ho immaginato questa scena: il candidato di fronte a me che, dopo aver letto questi fantastici consigli, cerca di:

  • Avere contatto visivo
  • Sorridere
  • Stare diritto
  • Dissimulare la sua agitazione
  • Stringere la mano in maniera decisa
  • Ricordarsi di non toccarsi i capelli o il volto
  • Non incrociare le braccia
  • Non gesticolare

Alla fine quando il candidato si sarà ricordato di tutto ciò, bisogna anche che si ricordi di non apparire ingessato e soprattutto che si concentri su ciò che vuole trasmettere di sé.

Mio caro “selezionatorone”, e immagino e spero che tu non lo sia davvero, ma che tu abbia appreso la selezione da qualche altra infografica, che dai tutti questi bei suggerimenti per un colloquio di successo, hai poco contatto con la realtà. Dimentichi che spesso dall’altra parte della scrivania, hai una PERSONA che nella vita non si occupa di comunicazione o simili, e che quindi probabilmente non sa nemmeno cosa voglia dire “linguaggio non verbale”, perché i suoi interessi sono altri!

Fare selezione non vuol dire limitarsi a comunicare al mondo esterno come vuoi che ti vengano presentati i contenuti dal tuo candidato, o come vuoi che lui si presenti, ma vuol dire anche saper accedere al mondo del candidato, comprenderne valori, motivazione e visione; e se proprio ti “scappa” il consiglio, allora suggeriscigli modi per far emergere la sua di professionalità, che può venir fuori in mille forme diverse a seconda del carattere, della cultura e della storia di vita di chi ti trovi di fronte.

Ad esempio, attraverso feedback mirati, che possono riguardare la stretta di mano, il vestiario, il modo di come il candidato è seduto sulla sedia e tanti altri ancora, in maniera pratica e costante il selezionatore potrà sia guidare il processo di selezione sia “educare” il candidato, che se predisposto ad accogliere questi feedback, potrà di volta in volta arrivare sempre più preparato.

Vuoi davvero contribuire all’incrocio tra domanda e offerta lavorativa? Vuoi davvero fare la differenza come selezionatore? Allora non puoi lasciarti sfuggire l’occasione di conoscere il metodo Job Coaching.

Iscriviti al Master di Luigi Lucci, oppure… datti alle infografiche!

 

Scritto da Rossella Annunziata Gargiulo

A cura di Luigi Lucci

 

 

Se vuoi scoprire un percorso altamente innovativo e fare formazione esperienziale con feedback mirati e precisi sul “fare” clicca sul banner!

Master in Gestione Risorse Umane

Se desideri conoscere il percorso di Master in Gestione Risorse Umane per i top Manager del prossimo futuro
CLICCA QUI
Pin It

Dove Siamo

Bottom Logo

TUTTA UN'ALTRA VITA S.R.L.S. unipersonale
Partita iva 08241511214
Codice fiscale 08241511214 Sede Legale Via Vespucci n. 9 - 80142 - NAPOLI